venerdì, Ottobre 7, 2022
Home » Il giovane ricercatore Giuseppe Calà, vanto per la città di Castrovillari

Il giovane ricercatore Giuseppe Calà, vanto per la città di Castrovillari

by Annarita Cardamone
0 commento

Su un totale di circa 7,5 milioni di laureati italiani, nel 2020 ne sono emigrati all’estero 31 mila (4,2 ogni mille laureati). L’incidenza raddoppia nella fascia d’età 25-39 anni dove, su 2,6 milioni di laureati, ne sono emigrati quasi 23 mila (8,6 ogni mille) e tra i cosiddetti “cervelli in fuga”, troviamo anche il castrovillarese, Giuseppe Calà, un giovane ricercatore che ha lasciato l’Italia grazie a una borsa di studio e dal 2020 vive e lavora a Londra con un dottorato di ricerca nei centri della University College – Institute of Child Health e Great Ormond Street Hospital.

Certamente non è stato facile all’inizio ma oggi , all’età di 28 anni, si è ben integrato tant’è che come ricercatore è da poco rientrato dagli Stati Uniti dove ha presentato i risultati di uno dei progetti di ricerca a cui lavorato presso la conferenza internazionale della Isscr (International Society for Stem Cell Research) che si è tenuta a San Francisco. Il progetto è su un modello 3D di muscolo scheletrico sviluppato a partire da cellule staminali presenti nel fluido amniotico. Uno strumento che potrà servire in futuro per intervenire su pazienti pediatrici con disordini muscolari come la distrofia muscolare o anche come microtessuto da trapiantare.

Giuseppe ha 28 anni e dopo la licenza liceale conseguita al classico “Garibaldi” di Castrovillari ha proseguito gli studi all’Università della Tuscia, a Viterbo, dove ha conseguito la triennale in Biotecnologie mediche e farmaceutiche e, successivamente, si è spostato a Pavia per la laurea magistrale e il tirocinio nei laboratori di Cardiologia sperimentale e di Oncoematologia pediatrica del Policlinico “San Matteo”.

Per il momento resterà in Inghilterra per continuare la sua ricerca delle malattie rare che minacciano i più piccoli.

Il sindaco di Castrovillari, Mimmo Lo Polito si è congratulato con il giovane ricercatore, Calà.

E’ con vivo piacere che apprendo dalla stampa che il giovane concittadino, Giuseppe Calà, si porterà in Inghilterra, dopo appena essere ritornato dagli Stati Uniti, sempre per la ricerca scientifica, per un dottorato che gli dà l’opportunità di continuare i suoi studi di approfondimento su pazienti pediatrici con disordini muscolari.

Un vanto per la nostra Gente che, nonostante l’antico problema dell’emigrazione, vede ancora oggi la possibilità di contribuire diffusamente alla crescita del bene e salute comune, grazie alle sue belle e fresche capacità, sempre disponibili a lasciare il proprio Paese per mettersi a servizio di apprendimenti importanti per la migliore qualità della vita.

E’ ormai il grande valore aggiunto, là dove si recano, che offrono i cosiddetti millennials come Calà, (nati tra il 1981 ed il 1995), la cui tenacia risente della tempra dei loro avi anche per la scelta, non facile e pregna di sacrifici, di lasciare Terra ed affetti per andare in un altro Stato.

Una forza culturale, umana e professionale che impreziosisce la nostra Storia, per questo gli auguri, i complimenti sentiti nonché la grande soddisfazione non possono che essere una conseguenza naturale a tali forti testimonianze che registrano, ancora una volta, come ci imponiamo nel mondo con merito, responsabilità e dedizione. Ancora ad maiora Giuseppe.”

E agli auguri del sindaco, ci uniamo anche con la nostra redazione.

Potrebbe piacerti leggere anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo acconsenti alla memorizzazione e al trattamento dei tuoi dati da parte di questo sito web.

logo menabò bianco sx

Menabò nasce come supplemento di approfondimento, curiosità, notizie, con uno sguardo al nazionale, alla cronaca regionale ed ai fatti del territorio. Uno strumento snello, innovativo e fresco.

MENABÒ – Testata Giornalistica iscritta al r.d.s. n° 1/ 2017 – All Right Reserved. Progettato e sviluppato da MindResource

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Accetto Per saperne di più