mercoledì, Novembre 30, 2022
Home » Morano celebrerà il 4 novembre, giorno dell’Unità Nazionale e festa delle Forze Armate

Morano celebrerà il 4 novembre, giorno dell’Unità Nazionale e festa delle Forze Armate

by Redazione
0 commento

Venerdì 4 novembre l’Amministrazione comunale omaggerà i caduti di tutte le guerre e celebrerà l’unità nazionale e le Forze Armate della Repubblica.

Si torna, dunque, secondo stile e modus dell’esecutivo De Bartolo, a coinvolgere la comunità in questa importante iniziativa. Saranno infatti presenti gli studenti dell’Istituto Comprensivo Morano-Saracena, i loro docenti e la dirigenza; a questi si affiancheranno i Carabinieri delle locali stazioni dell’Arma, le associazioni attive nel territorio, i cittadini.

Le manifestazioni degli ultimi due anni, in tono minore causa covid, sono dunque un triste ricordo. Certo non si abbandonerà la prudenza: ogni buona misura di prevenzione personale e collettiva è auspicabile e consigliata. Ma finalmente si riparlerà di valori e principi, di pace e libertà a una platea affatto virtuale. Ciò che vale come una vera e propria rinascita dal punto di vista culturale, educativo e sociale.

«Proveremo a trasmettere gli insegnamenti che abbiamo ricevuto dai nostri padri», dichiarano il sindaco Nicolò De Bartolo e il consigliere Mario Donadio. «Lo faremo soffermandoci sulle conquiste democratiche, sui diritti e sui doveri; proponendo la fratellanza e il rispetto per il Prossimo, la tolleranza e la giusta accoglienza; promuovendo modelli di solidarietà e condivisione, che siano però in sintonia con la Costituzione, con le leggi dello Stato e con la propria coscienza. Vorremmo che tutti avvertissero l’orgoglio di essere italiani. Figli di un grande Paese che affonda le radici nel Risorgimento e trae linfa dalle lotte di liberazione. Non neghiamo una certa emozione», aggiungono i due amministratori «per questa data che ha sì una prospettiva storica fondamentale, ma che mai come in questo periodo assume un significato e una valenza di marcata attualità. Rivolgeremo il nostro saluto di gratitudine e ammirazione a quanti hanno sacrificato la vita per la patria; onoreremo la gloriosa bandiera, i reduci dei due conflitti mondiali, gli uomini e le donne in divisa, presidio di legalità e di vicinanza dello Stato».

Il programma prevede: raduno alle 10.30 e partenza del corteo tricolore dal cortile dell’Istituto “Vincenzo Severini”. A seguire, Santa Messa officiata da don Claudio Bonavita nella chiesa Santa Maria Maddalena; deposizione della corona d’alloro alla lapide dei caduti; discorso commemorativo e saluto istituzionale in Piazza Giovanni XXIII.

Potrebbe piacerti leggere anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo acconsenti alla memorizzazione e al trattamento dei tuoi dati da parte di questo sito web.

logo menabò bianco sx

Menabò nasce come supplemento di approfondimento, curiosità, notizie, con uno sguardo al nazionale, alla cronaca regionale ed ai fatti del territorio. Uno strumento snello, innovativo e fresco.

MENABÒ – Testata Giornalistica iscritta al r.d.s. n° 1/ 2017 – All Right Reserved. Progettato e sviluppato da MindResource

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Accetto Per saperne di più