mercoledì, Novembre 30, 2022
Home » Laghi in visita al Pronto Soccorso e al Cup di Cosenza: “assumere subito e a tempo indeterminato”

Laghi in visita al Pronto Soccorso e al Cup di Cosenza: “assumere subito e a tempo indeterminato”

by Redazione
0 commento

“Spazi inadeguati e personale carente, l’attività amministrativa dell’Asp non rispetta le esigenze di salute dei cittadini”

Continua il tour negli ospedali calabresi del consigliere regionale Ferdinando Laghi. Dopo l’analisi sul Pollino e sulla fascia tirrenica, oltre alla casa della salute di San Marco Argentano, è la volta del pronto soccorso dell’Annunziata di Cosenza, una delle realtà più complesse della provincia.

La visita del consigliere è stata accompagnata, tra gli altri, dal commissario straordinario dell’azienda ospedaliera, Gianfranco Filippelli; dal direttore sanitario, Franco Rose; del
Primario del Pronto Soccorso, Pietro Scrivano e del direttore dell’unità operativa di terapia intensiva, Pino Pasqua.

“Anche a Cosenza abbiamo visionato nel dettaglio le specifiche di questo reparto – ha dichiarato Laghi – e abbiamo trovato le solite carenze che caratterizzano la sanità calabrese come quella del personale sia amministrativo che sanitario. È evidente, però, che ci sono spazi che stanno cercando di essere adeguati, e quindi riorganizzati ed ampliati, ma che restano comunque insufficienti”. 

A preoccupare, quindi, è la forte insufficienza di organico non solo per le ricadute negative per il Pronto Soccorso ma, più in generale, fondamentale per poter rendere fruibili e attivi i posti letto nei reparti tutti. 

“È evidente poi – continua Laghi – che l’ospedale di Cosenza, unico hub della provincia, è il terminale di tutta la filiera sanitaria e pertanto, per evitare che esploda più di quanto già non avvenga, è necessario creare una sanità territoriale e non smantellare gli spoke e le strutture sanitarie del territorio”. 

Per il consigliere Laghi, già primario all’ospedale di Castrovillari, la direzione da seguire è quella delle assunzioni, rapide e a tempo indeterminato: “Se non si fanno a tamburo battente i concorsi e non si monitorano l’andamento di questi concorsi, come tutti chiedono, queste criticità non si risolveranno mai. 

L’attività amministrativa dell’Asp di Cosenza – conclude il capogruppo in Consiglio regionale di De Magistris Presidente – non è rispettosa di queste esigenze. Il Governo aziendale deve lavorare in questa direzione, ma gli Uffici devono organizzare e promuovere questo aspetto con assai maggiore solerzia, perché, allo stato, non vi sono risposte adeguate”. 

La visita del consigliere si è poi estesa al Centro Unico di Prenotazione (Cup) dell’ospedale civile, dove si è riscontrato, anche questa volta, una struttura inadeguata per il bacino d’utenza e per il comfort degli utenti stessi. La zona d’attesa per i prelievi, ad esempio, è all’aperto e quindi esposta ad ogni variazione climatica. 

Per Laghi il tour non finisce qui e al termine delle visite ispettive verrà stilato un documento con le risultanze di quanto visto e verificato, affinché chi deve e la politica tutta possa assumere le iniziative del caso.

Potrebbe piacerti leggere anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo acconsenti alla memorizzazione e al trattamento dei tuoi dati da parte di questo sito web.

logo menabò bianco sx

Menabò nasce come supplemento di approfondimento, curiosità, notizie, con uno sguardo al nazionale, alla cronaca regionale ed ai fatti del territorio. Uno strumento snello, innovativo e fresco.

MENABÒ – Testata Giornalistica iscritta al r.d.s. n° 1/ 2017 – All Right Reserved. Progettato e sviluppato da MindResource

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Accetto Per saperne di più