mercoledì, Novembre 30, 2022
Home » Rotonda. Sentenza TAR N. 775/2022 inerente il ricorso presentato dal Comune di Rotonda sulla individuazione delle sedi delle Case della Comunità

Rotonda. Sentenza TAR N. 775/2022 inerente il ricorso presentato dal Comune di Rotonda sulla individuazione delle sedi delle Case della Comunità

by Redazione
0 commento

Il Sindaco Rocco Bruno e l’Amministrazione Comunale di Rotonda esprimono massima soddisfazione per la sentenza del Tar Basilicata n. 775/2022 con la quale il Tribunale Amministrativo Regionale accoglie il ricorso presentato dal Comune di Rotonda per l’annullamento dei provvedimenti adottati dall’Asp Potenza e dalla Regione Basilicata circa l’individuazione delle sedi delle Case della Comunità nella parte in cui prevede la localizzazione in Viggianello della casa della comunità della Valle del Mercure “per difetto di istruttoria e di motivazione degli atti impugnati.”


“La soddisfazione – afferma il Sindaco di Rotonda – non deriva tanto dall’aver ottenuto l’annullamento del provvedimento per i soli profili attinenti alla localizzazione in Viggianello della casa della comunità, ma in modo particolare dal fatto che le motivazioni poste alla base della sentenza del TAR ricalcano in pieno le nostre osservazioni ai provvedimenti adottati da Asp Potenza e Regione Basilicata a suo tempo inoltrate agli Enti interessati e non prese in considerazione. La nostra non è mai stata una battaglia politica e campanilistica, ma una difesa legittima di un presidio sanitario che ha tutte le carte in regola per ospitare la casa della comunità e che è stato escluso senza una motivazione logica e razionale.

Non potevamo subire una tale scelta con passività. Più volte abbiamo denunciato la mancata considerazione dei Sindaci nella fase istruttoria dei provvedimenti unita a una mancata trasparenza nei criteri utilizzati. A fine giugno avevamo anche richiesto all’Asp Potenza e alla Regione Basilicata l’annullamento in autotutela dei provvedimenti approvati, ma nessuna risposta, nemmeno formale, è giunta all’Ente. Una programmazione fondamentale e strategica per l’intera Regione che avrebbe meritato un minimo di concertazione e condivisione con i territori: credo che questo rappresenti l’aspetto peggiore della vicenda, più dell’individuazione delle sedi stesse. Volevamo porre l’attenzione sulle modalità che hanno portato alla definizione della proposta tecnica e sui criteri posti alla base della stessa. Il nostro interesse era questo e siamo soddisfatti che, aldilà degli aspetti tecnici e normativi, il TAR abbia evidenziato e condiviso in maniera netta gli aspetti che il Comune di Rotonda ha denunciato ed evidenziato in più sedi. In ultimo rivolgo a nome dell’intera Amministrazione Comunale un ringraziamento all’Avvocato Donatello Genovese per l’ottimo lavoro svolto in tempi anche piuttosto brevi.”

Potrebbe piacerti leggere anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo acconsenti alla memorizzazione e al trattamento dei tuoi dati da parte di questo sito web.

logo menabò bianco sx

Menabò nasce come supplemento di approfondimento, curiosità, notizie, con uno sguardo al nazionale, alla cronaca regionale ed ai fatti del territorio. Uno strumento snello, innovativo e fresco.

MENABÒ – Testata Giornalistica iscritta al r.d.s. n° 1/ 2017 – All Right Reserved. Progettato e sviluppato da MindResource

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Accetto Per saperne di più