martedì, Aprile 16, 2024
Home » Disabilità in barca a vela, Straface: «Progetti come “Vedo nel vento” lustro per la Sibaritide»

Disabilità in barca a vela, Straface: «Progetti come “Vedo nel vento” lustro per la Sibaritide»

by Redazione
0 commento

La presidente della terza commissione regionale ha partecipato alla presentazione del progetto ai Laghi di Sibari: «Grazie alla Regione lo Stombi è navigabile anche in primavera dopo 28 anni»

SIBARI «Dopo quasi trent’anni il canale degli Stombi è tornato navigabile nel mese di aprile. Era tanto tempo che il lembo di mare che collega il Mar Ionio ai Laghi di Sibari non veniva disinsabbiato nei mesi primaverili. Un’operazione che ha consentito di avviare,  il progetto “Vedo nel vento”, organizzato dalla Lega navale di Mirto Crosia presieduta da Jimmy Fusaro e dall’Unione nazionale italiana volontari pro ciechi del presidente Gianfranco Zinna, alla presenza del sindaco di Cassano allo Ionio, Gianni Papasso. Ai presenti ho portato i saluti anche del presidente della Regione, Roberto Occhiuto». È quanto dichiara Pasqualina Straface, consigliere regionale di Forza Italia e presidente della terza commissione Sanità, attività sociali, culturali e formative.

«Il progetto – certamente molto apprezzabile perché punta a far praticare uno sport bellissimo come la vela e ad allestire equipaggi composti dall’80% con persone che accusano disabilità visiva – inorgoglisce le istituzioni come la Regione Calabria che si è fortemente impegnata a risolvere gli annosi problemi che da sempre gravano sul canale degli Stombi. Siamo particolarmente soddisfatti perché per la prima volta dopo 28 anni il canale è tornato navigabile già in primavera, e questo grazie agli sforzi economici profusi in questi ultimi anni dalla Regione che ha stanziato, tra l’altro un investimento di circa 10 milioni di euro per la realizzazione dei lavori di rifacimento dei moli all’imboccatura del Canale degli Stombi». 

«Esprimiamo grande apprezzamento – prosegue Pasqualina Straface – per la realizzazione del “Vedo nel vento”, la cui finalità è quella di far vivere a persone non vedenti e ipovedenti, il fascino della barca a vela con il supporto dei volontari, velisti esperti che hanno deciso di mettersi al servizio ed a cui rivolgiamo un sentito ringraziamento. E siamo particolarmente felici che questa esperienza sarà esportata in tutta la Sibaritide, con la costituzione del Gruppo Sportivo Vela della Sibaritide e ad un protocollo d’intesa con la Lega Navale di Cariati, che punta a ripercorrere le rotte degli Achei, anche alle persone con disabilità visiva, che così potranno vivere l’emozione, l’ebbrezza del vento, della barca, del mare in navigazione, dell’attracco in porto a Cariati per poi fare ritorno ai Laghi di Sibari».

«Da parte nostra – conclude la presidente della commissione Sanità, attività sociali, culturali e formative – vi è tutta la predisposizione a sostenere progetti come “Vedo nel vento”, anche in virtù della grande attenzione della Regione Calabria nelle politiche sociali messe in campo per le persone con disabilità».

Potrebbe piacerti leggere anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo acconsenti alla memorizzazione e al trattamento dei tuoi dati da parte di questo sito web.

logo menabò bianco sx

Menabò nasce come supplemento di approfondimento, curiosità, notizie, con uno sguardo al nazionale, alla cronaca regionale ed ai fatti del territorio. Uno strumento snello, innovativo e fresco.

MENABÒ – Testata Giornalistica iscritta al r.d.s. n° 1/ 2017 – All Right Reserved. Progettato e sviluppato da MindResource

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Accetto Per saperne di più