giovedì, Aprile 18, 2024
Home » Visita nel Pollino degli ispettori UNESCO per il Geoparco

Visita nel Pollino degli ispettori UNESCO per il Geoparco

by Redazione
0 commento

E’ in corso in questi giorni la visita degli ispettori UNESCO per la rivalidazione del Parco Nazionale del Pollino come Geoparco,
riconoscimento ottenuto dall’Ente nel 2015. Ogni 4 anni i Geoparchi, per rimanere nel Global Geoparks Network, sono sottoposti a una procedura di rivalidazione che avviene tramite una visita ispettiva e un report redatto dai due valutatori che effettuano la missione di controllo. I due valutatori, Richard Watson dall’Irlanda e Bojan Rezun dalla Slovenia, arrivati ieri, 4 giugno a Rotonda, sede dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, saranno quindi accompagnati e guidati, fino al 9 giugno, alla scoperta del ricco patrimonio geologico, naturale e culturale del Parco del Pollino.

Durante i cinque giorni avranno modo di visitare i geositi presenti nel territorio, incontrare le realtà locali dove, grazie al patrimonio presente, sono riusciti a creare un’economia e una fruizione sostenibile e compatibile con la tutela. I commissari avranno modo di incontrare i vertici dell’Ente Parco, il Consiglio direttivo, i funzionari referenti delle aree tutela e conservazione del territorio. I valutatori verificheranno che le ragioni che hanno portato a includere il Pollino nella rete mondiale dei Geoparchi siano tuttora valide e sottoporranno un report all’UNESCO Global Geoparks Council che deciderà se il Geoparco esaminato possa rimanere nella rete. Durante le giornate di lavoro saranno affiancati dai referenti del
Parco, Luigi Bloise ed Egidio Calabrese che, sin dalla candidatura, hanno curato le relazioni con la Commissione Unesco e con il territorio al fine di dare spazio e risalto al prestigioso riconoscimento ricevuto.


La visita coincide con un momento particolarmente significativo per la storia dell’Ente Parco nazionale del Pollino, poiché quest’anno si celebra il trentennale della sua istituzione e pertanto, si avverte la necessità di rafforzare le conoscenze e di sensibilizzare chi abita questo territorio di grande pregio per una fruizione più attenta e consapevole. Fruire consapevolmente vuol dire capire il valore di un territorio e cogliere il fine ultimo delle regole che lo tutelano.

Potrebbe piacerti leggere anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo acconsenti alla memorizzazione e al trattamento dei tuoi dati da parte di questo sito web.

logo menabò bianco sx

Menabò nasce come supplemento di approfondimento, curiosità, notizie, con uno sguardo al nazionale, alla cronaca regionale ed ai fatti del territorio. Uno strumento snello, innovativo e fresco.

MENABÒ – Testata Giornalistica iscritta al r.d.s. n° 1/ 2017 – All Right Reserved. Progettato e sviluppato da MindResource

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Accetto Per saperne di più