giovedì, Ottobre 6, 2022
Home » Le Grotte di Zungri in Calabria

Le Grotte di Zungri in Calabria

by Maria Francesca Milione
0 commento

Quanto ami viaggiare?

Viaggiando scoprirai un nuovo te e antichi vissuti, ci si catapulta realmente in una nuova identità quasi come se fosse un sogno. E’ ciò che accade se si decide di intraprendere un viaggio in un luogo molto affascinante della Calabria. Si tratta delle Grotte di Zungri, la città di pietra calabrese. Tanti sono gli insediamenti rupestri in Calabria, ne troviamo nel crotonese, come a Caccuri, Verzino, Casabona, nel cosentino e reggino come a Rossano, Brancaleone, Gerace. In particolare tali insediamenti sono vecchi villaggi e grotte un tempo considerati arretrati che oggi sempre più sono attrazione per turisti e visitatori.

In provincia di Vibo Valentia, ricade appunto Zungri, un insediamento unico nel suo genere. Da qualche anno questo luogo è divenuto oggetto di un’azione determinante di ripresa e rilancio. Tanto che le Grotte di Zungri sono divenute mete privilegiate per turisti principalmente stranieri. Arrivare qui, permetterà di immergersi in un mondo nuovo ma passato, dove si evidenzia l’eco del tempo trascorso, lasciandosi andare con lo sguardo alla scoperta delle vecchie abitazioni, caratterizzate dalla presenza di vasche per la raccolta dell’acqua e silos.

Particolarità di tali grotte è che ciascuna di esse è stata  realizzata in epoche differenti rendendole così le une diverse dalle altre. Infatti, si possono notare case circolari, oppure, quadrate, alcune con fori come finestre e altre invece chiuse. Da visitare il Museo di Zungri, un microcosmo aperto su un mondo antico. All’interno del Museo è custodita una ricca collezione della cultura tradizionale locale che va dal XIX al XX secolo, conservate in maniera tematica, toccando il tema dell’agricoltura, della tessitura, della forgiatura, abiti e arredi domestici.

L’Insediamento Rupestre, detto anche Grotte ha una superficie di circa 3.000 mq e gli studi circa la sua origine sono tutt’ora in corso. Due le ipotesi accreditate: colonia fondata da popolazioni orientali, o avamposto produttivo/deposito del vicino Kastron di Mesiano. Costruito e modificato nel tempo, le tracce più antiche del sito sembrano risalire al VIII-XII secolo. É costituito da decine di unità rupestri in parte scavate nella roccia e in parte edificate, ad uso abitativo, per il ricovero di animali domestici, per la produzione di vino e calce, per l’immagazzinamento di granaglie. Le Grotte di Zungri sono immerse in un ambiente naturale magico e pieno di fascino.”

Il tour di visita alle grotte, inizia dal Museo, snodandosi poi attraverso un vialetto che porta al sito archeologico. Tale percorso procede a ritroso nel tempo, infatti le prime costruzioni che si visitano sono le più recenti. Man mano ci si addentra sempre più negli insediamenti, toccando poi quelli più antichi. La città di pietra è un viaggio nel tempo tra i più affascinanti in assoluto della bellissima Calabria.  Un posto magico che ti permetterà di comprendere una cultura passata in un’atmosfera incantevole. Pronto a inserire Zungri nel tuo prossimo itinerario di viaggio?

“Il viaggio è una specie di porta attraverso la quale si esce dalla realtà come per penetrare in una realtà inesplorata che sembra un sogno”

Guy De Maupassant

Potrebbe piacerti leggere anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo acconsenti alla memorizzazione e al trattamento dei tuoi dati da parte di questo sito web.

logo menabò bianco sx

Menabò nasce come supplemento di approfondimento, curiosità, notizie, con uno sguardo al nazionale, alla cronaca regionale ed ai fatti del territorio. Uno strumento snello, innovativo e fresco.

MENABÒ – Testata Giornalistica iscritta al r.d.s. n° 1/ 2017 – All Right Reserved. Progettato e sviluppato da MindResource

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Accetto Per saperne di più