lunedì, Settembre 26, 2022
Home » Diamante e le sue opere d’arte a cielo aperto

Diamante e le sue opere d’arte a cielo aperto

by Maria Francesca Milione
0 commento

La Calabria è sempre sorprendente in ogni suo angolo, ancor di più se si scoprono paesi caratteristici che hanno tanto da offrire.

Una delle realtà più belle calabresi è quella del comune di Diamante, un museo a cielo aperto. Rinomata località balneare, conosciuta per tante iniziative di fama nazionale e internazionale, dalle tipicità più autentiche.

Questo paese è sorto verso la fine del ‘600, sviluppandosi a ridosso della spiaggia.

Diamante città dei murales

Arrivare qui, vi permetterà da subito di addentrarvi tra i suoi vicoletti e scoprirne così i suoi meravigliosi murales. L’idea iniziale fu di Nani Razetti, pittore molto legato alla Calabria. Il suo desiderio era quello di salvare un borgo marinaro dal degrado dandogli così una connotazione artistico culturale.

Tutto ebbe inizio nel 1981, il Comune sposa l’idea e i primi ottantacinque pittori provenienti da Italia e Europa diedero vita a una nuova Diamante, dall’aspetto innovativo e affascinante.

Nella prima edizione è stata messa in evidenza la questione meridionale, l’emigrazione, la pace, l’ecologia. Nel 1986 le prime poesie scritte sui muri, Dacia Maraini, in via Galileo parla dei villeggianti come “cammelli pelosi” e nel 2006 Giovanni Grimaldi racconta in dialetto, su un muro di via mazzini, il miracolo dell’Immacolata che promette di proteggere la comunità da terremoti, peste e fame. Nel 2000 arrivano le vignette, nasce così la “piazza della satira”. Nel 2006 continua il cammino dell’arte a Diamante e lo si fa con le “fiabe calabresi”.

Un percorso in crescita di anno in anno quello del borgo marinaro, tanto che arriva nel 2017 la street art con decine di artisti provenienti da diversi paesi d’Europa. Da qui si è dato vita a un evento annuale “Operazione Street Art”.

Cos’ Diamante diviene la Città dei murales, con più di trecento dipinti è una delle città più dipinte d’Italia.

Cosa fare a Diamante

Tra le cose da fare a Diamante oltre a godersi il suo splendido mare, vi è quella di visitare e vedere alcune delle chiese locali. Tra queste la chiesa più antica del paese che è dedicata all’Immacolata Concezione e risale al XVII secolo. Tra gli eventi più rinomati il “Festival del Peperoncino” una fiera che mette in risalto questo prodotto tipico locale. Questo evento solitamente ha luogo nel mese di settembre.

Diamante si circonda inoltre di belle realtà come Cirella, oppure si può decidere di fare un’escursione alle grotte dell’Arcomagno di San Nicola Arcella, altra meta incantevole.

Diamante da l’idea del luogo della rinascita, del riscatto, della voglia di andare avanti, lasciandosi andare a bei paesaggi, tramonti sul mare e storie impresse sui muri della città. Un luogo da inserire nel vostro prossimo viaggio in Calabria.

Potrebbe piacerti leggere anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo acconsenti alla memorizzazione e al trattamento dei tuoi dati da parte di questo sito web.

logo menabò bianco sx

Menabò nasce come supplemento di approfondimento, curiosità, notizie, con uno sguardo al nazionale, alla cronaca regionale ed ai fatti del territorio. Uno strumento snello, innovativo e fresco.

MENABÒ – Testata Giornalistica iscritta al r.d.s. n° 1/ 2017 – All Right Reserved. Progettato e sviluppato da MindResource

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Accetto Per saperne di più