giovedì, Aprile 18, 2024
Home » Svelato il programma della 65 edizione del Carnevale di Castrovillari e consegnati i “Premi Carnevale” realizzati dal M° orafo, Michele Affidato

Svelato il programma della 65 edizione del Carnevale di Castrovillari e consegnati i “Premi Carnevale” realizzati dal M° orafo, Michele Affidato

by Anna Rita Cardamone
0 commento

Castrovillari.  Quest’anno ben cinque sono stati i “Premi Carnevale” consegnati; così tanti a compensare gli anni dove la cerimonia non si è potuta tenere a causa della pandemia.

“Premio Carnevale”2021 Domenico Martire, docente esperto in Tecnologia, appassionato di etnomusicologia, studioso dei canti tradizionali castrovillaresi: “Per il contributo determinante nella ricerca storica e nella realizzazione della maschera dell’Organtino, che ha contribuito a rendere icona del Carnevale di Castrovillari”.

“Premio Carnevale 2022”, all’artista Anna Nigro, Onorevole Senatore Accademico, dell’Accademia Internazionale Medicea di Firenze, diretta dal Rettore, Michele Coppola,  da 40 anni tra colori e pennelli: “Per la sua vita e la sua carriera, pienamente realizzate in un’arte inconfondibile, che sa fondere la visione interiore tendente al sublime, con le sapienti pennellate che si fanno Bellezza rara sulle tele”; al Presidente del Parco Nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra: “Per le sue spiccate competenze amministrative nella gestione dei complessi problemi ambientali, cui ha profuso energie e cura, facendo del Parco Nazionale del Pollino un territorio conosciuto ed apprezzato a livello nazionale ed internazionale”.

“Premio Carnevale 2023”; al sindaco di Tropea, Giovanni Macrì: “Per aver saputo costruire molteplici sinergie per lo sviluppo di Tropea, facendone un attrattore turistico al centro dell’attenzione nazionale ed internazionale”; e all’attrice, Roberta Lidia De Stefano: “Per le spiccate doti artistiche che ne fanno una talentuosa attrice di teatro e performer di straordinaria potenza evocativa e scenica”.

Il premio, istituito dalla consulta scientifica della Pro Loco e realizzato dal noto orafo calabrese, Michele Affidato, viene consegnato ogni anno a personalità che si sono distinte nel loro campo di appartenenzaed è stato assegnato durante la conferenza stampa di presentazione del programma della 65 edizione del Carnevale di Castrovillari e Festival Internazionale del Folklore evento, che si è svolto, nella splendida location di “Villa Bonifati” a Castrovillari dei fratelli, De Marco.

Le motivazioni ai premiati, sono state lette dalla prof.ssa, Filomena Bloise, Presidente dell’Accademia Pollineana e componente della consulta scientifica della Pro Loco cittadina

Dopo l’accoglienza agli ospiti, nel suggestivo scenario di Villa Bonifati dei fratelli Di Marco e l’allestimento del Wedding Planner, Danilo Di Marco, da una coppia  del corteo storico di Mormanno dell’Associazione Comunalia,  gli abiti delle sig.re Maria Domenica Miceli e Mariantonietta Bevilacqua, sottolineata dal violino del M° Franco Urso ed il brindisi di Re Carnevale con il vino delle “Cantine Ferrocinto” (nelle vesti del Re burlone, Rosario Rummolo) ed esecuzione del brano “Libiamo ne lieti calici” tratto dalla Traviata di Giuseppe Verdi, della Scuola di Musica “ Francesco Cilea” di Castrovillari e la performance di un soprano, un mezzo soprano e un pianista di origini coreane ( Seugyeon Ko, Taeri Kim e Fu Hee Lee) e l’augurio di un carnevale scoppiettante da parte di Organtino, la maschera che accompagna gli eventi carnascialeschi ( nelle vesti il M° Camillo Maffia), manifesto realizzato proprio dall’artista castrovillarese, Anna Nigro e grafica di Asia Catucci della Printag di Castrovillari, opera consegnata dalla stessa artista  al presidente e direttore artistico.

E’ toccato al Presidente della Pro Loco, Eugenio Iannelli fare gli onori di casa. “E’ importante ricominciare a sfilare, riprendere dove avevamo lasciato a causa della pandemia, tanto colore, tanta allegria e ci auguriamo tanta partecipazione da parte del popolo del Carnevale”.

Oltre 100 gli appuntamenti in cartellone spalmati nei 10 giorni della manifestazione, dal 12 al 21 febbraio, che spaziano dalla cultura al folklore con il Festival Internazionale che vedrà la partecipazione dei gruppi provenienti dall’Ucraina, Serbia, Uzbekistan, Grecia, Bulgaria e Italia. E poi tre giornate dedicate alla danza, con Maestri e coreografi di livello nazionale,  le serenate tradizionali, lo sport, senza dimenticare le visite guidate nel Parco Nazionale del Pollino e nei suoi borghi, e poi tanti concerti in Piazza Municipio, con artisti del calibro di Cosimo Papandrea,  ma anche presso il Pala Gas Pollino, allestito nell’area mercatale, serate di musica per i giovani con guest star del calibro di Night Skinny e Miggy Dela Rosa,  ed ancora la presenza dei ragazzi del progetto “ScuolaZoo” e il Musical “ Frozen” per i più piccoli, la collaborazione  con l’Happy Circus “Donna Orfei”, il White Different Club di Corigliano-Rossano e tanto altro ancora.

“ Ci piace sottolineare, hanno rimarcato il presidente Iannelli ed il direttore artistico, Bonifati,  la vicinanza delle Istituzioni che sta a significare l’importanza di questo evento; abbiamo avuto poi la notizia da parte della consigliera regionale  e presidente della commissione cultura,  Pasqualina Straface che si farà carico insieme all’assessore Princi, della proposta di legge per far rientrare il Carnevale di Castrovillari tra gli eventi storicizzati della Regione Calabria, questo non può che farci piacere e ci gratifica per tutti il lavoro che abbiamo fatto in questi anni”.

“Questa, ha commentato il direttore artistico, Gerardo Bonifati, è l’edizione del ricomincio di ritornare a parlare del Carnevale ad alti livelli che si affaccia al palcoscenico degli eventi carnascialeschi nazionali. Vivo questa esperienza di direttore artistico, da oltre trent’anni sempre con la stessa passione, con amore che condivido con tutto lo staff della Pro loco e spero di continuare sempre con lo stesso entusiasmo di trent’anni fa”. 

Presenti alla conferenza stampa, Marcello Perrone della FITP regione Calabria, la consigliera regionale, Pasqualina Straface, il presidente del Parco Nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra, la consigliera regionale, Katya Gentile, il presidente ed il vice presidente della Provincia di Cosenza, Rosaria Succurro e Giancarlo Lamensa e l’assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo; tutti hanno rimarcato la valenza della kermesse che valorizza il territorio e l’intera Calabria. Le istituzioni, è stato sottolineato dai vari interventi, hanno il dovere di stare al fianco di chi, come la Pro Loco di Castrovillari, è l’orgoglio di una Calabria vera, una Calabria che produce, una Calabria che attraverso queste manifestazioni dimostra come con il lavoro, la professionalità e la passione si può creare un evento di tale portata.

Ora non ci resta che dare inizio all’allegria e spensieratezza, alla voglia di divertirsi per un Carnevale riconosciuto dal Touring Club tra i “Carnevali più belli d’Italia”, inserito dal Mibact tra i grandi carnevali storici e di prestigio come Viareggio, Venezia, Putignano, Sciacca, Cento etc.

E allora buon Carnevale a tutti.

Sul tavolo dei relatori, il “Frollotto” di Mormanno e la liquirizia “ Amarelli” di Rossano”

Per chi volesse sostenere l’evento, lo può fare attraverso la “Lotteria del Carnevale”

Il Carnevale di Castrovillari, è organizzato dalla Pro Loco in collaborazione  con la locale Amministrazione Comunale,  la Regione Calabria, il Parco Nazionale del Pollino, la BCC Medio Crati, la Gas Pollino , la Provincia di Cosenza, il MIBACT, la F.I.T.P., lo IOV, l’EPLI,  il Comitato difesa consumatori, sostenuta da numerosi sponsor privati,  impreziosita da i brand A.C.T.  (Ambiente, Cultura,Turismo) e Castrovillari Città Festival.

(foto di Giuseppe Iazzolino)

Potrebbe piacerti leggere anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo acconsenti alla memorizzazione e al trattamento dei tuoi dati da parte di questo sito web.

logo menabò bianco sx

Menabò nasce come supplemento di approfondimento, curiosità, notizie, con uno sguardo al nazionale, alla cronaca regionale ed ai fatti del territorio. Uno strumento snello, innovativo e fresco.

MENABÒ – Testata Giornalistica iscritta al r.d.s. n° 1/ 2017 – All Right Reserved. Progettato e sviluppato da MindResource

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Accetto Per saperne di più