giovedì, Aprile 18, 2024
Home » Ambiente. 55 MLN per aree protette. Incontro Regione su programmazione  fondi UE aree protette

Ambiente. 55 MLN per aree protette. Incontro Regione su programmazione  fondi UE aree protette

by Redazione
0 commento

Avviato dal Dipartimento Ambiente della Regione Calabria il primo tavolo di concertazione sulle attività finalizzate ad azioni di tutela, conservazione, valorizzazione e fruizione del sistema delle aree protette calabresi.

Si è svolto un incontro operativo per avviare con tempismo le attività per la programmazione dei fondi europei 2023.2027: il modo migliore per garantire l’efficace utilizzo delle risorse comunitarie e dare adeguate risposte ai bisogni del territorio regionale.

“La Regione – ha specificato l’assessore all’Ambiente, Marcello Minenna – riconoscendo valenza strategica al proprio patrimonio naturale, ha inteso definire un quadro organico di azioni da avviare con tempestività per garantire, da una parte, la salvaguardia delle risorse naturali e, dall’altra, la valorizzazione ai fini turistici dei Parchi, delle Riserve regionali e dei siti della Rete natura 2000”.

All’iniziativa, presieduta dal dirigente generale del Dipartimento Ambiente, Salvatore Siviglia, ha preso parte anche il dirigente regionale del settore parchi, Giovanni Aramini, il quale ha ricordato che “la Calabria, con tre grandi parchi nazionali, un parco terrestre e sei parchi marini regionali, quattro riserve naturali e 184 siti della rete natura 2000, detiene il 30% della biodiversità d’Europa”.

Hanno, inoltre, partecipato, gli organi di vertice dei Parchi nazionali (Pollino, Sila, Aspromonte), il commissario ed il direttore del Parco delle Serre, i rappresentanti delle Riserve regionali (Lago di Tarsia, Foce del Crati, Valli Cupe, Foce del Mesima), i responsabili dell’Area marina protetta di Capo Rizzuto ed il commissario dell’Ente regionale per i Parchi marini.

Siviglia ha illustrato le linee strategiche per il prossimo periodo di programmazione 2023-2027. “La Commissione europea – ha sottolineato – ha approvato il Programma operativo regionale nello scorso mese di novembre, e il Dipartimento Ambiente ha inteso agire con immediatezza per rendere disponibili le risorse in tempo utile, per cogliere le opportunità che il sistema delle aree protette offre in termini di turismo naturalistico e di mobilità lenta, in forte espansione a livello europeo. La valenza strategica che la Regione riconosce a queste tematiche – ha aggiunto Siviglia – è confermata dalle rilevanti risorse economiche rese disponibili con immediatezza, ma con proiezione di medio periodo”.

Si tratta di 55 milioni di euro da destinare, in quota parte, ad azioni di tutela (vigilanza, educazione ambientale, interventi diretti alla conservazione di habitat e specie di interesse conservazionistico, etc.) e, in parte, ad azioni di rafforzamento del turismo naturalistico (ciclovia dei parchi, rete sentieristica con particolare riferimento al sentiero Calabria, infrastrutture finalizzate all’accoglienza nelle aree protette).

In questo contesto di attività, è rilevante il valore aggiunto e la grande attrattività che deriva dal recupero di ferrovie abbandonate per far conoscere e valorizzare paesaggi di straordinaria bellezza e, al contempo, borghi che custodiscono affascinanti storie da raccontare. Per dare risposte concrete alle necessità di salvaguardia di tale patrimonio, è stato implementato e adottato uno specifico documento di programmazione di medio periodo (Prioritised Action Framework) che costituisce la base per mettere in atto concrete azioni di valorizzazione del territorio.

Questo primo incontro operativo si è concluso con la definizione e condivisione di un programma di impegni che vede il primo step nella presentazione, entro il prossimo mese di aprile, delle prime proposte progettuali e l’avvio delle attività entro l’estate.

Potrebbe piacerti leggere anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo acconsenti alla memorizzazione e al trattamento dei tuoi dati da parte di questo sito web.

logo menabò bianco sx

Menabò nasce come supplemento di approfondimento, curiosità, notizie, con uno sguardo al nazionale, alla cronaca regionale ed ai fatti del territorio. Uno strumento snello, innovativo e fresco.

MENABÒ – Testata Giornalistica iscritta al r.d.s. n° 1/ 2017 – All Right Reserved. Progettato e sviluppato da MindResource

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Accetto Per saperne di più