sabato, Marzo 2, 2024
Home » ASSEGNATO A NAPOLI IL “PREMIO GENNARO VITIELLO – IL TEATRO”

ASSEGNATO A NAPOLI IL “PREMIO GENNARO VITIELLO – IL TEATRO”

by Redazione
0 commento

Premiati quest’anno lo spettacolo “Natale in Casa Cupiello”, il Festival “Primavera dei Teatri” di Castrovillari, il progetto Putèca Celidonia di Napoli, l’artista Mauro Maurizio Palumbo, l’attrice Francesca Benedetti.

La consegna giovedì 30 marzo, alle ore 17 al Circolo Nautico di Torre del Greco

Assegnati a Napoli i riconoscimenti del Premio Gennaro Vitiello – Il Teatro. L’edizione 2023 premia lo spettacolo “Natale in Casa Cupiello” di Luca Saccoia e Lello Serao, il Festival “Primavera dei Teatri” di Castrovillari ideato e diretto da Saverio La Ruina, Dario De Luca e Settimio Pisano, il progetto Putèca Celidonia di Napoli, l’artista Mauro Maurizio Palumbo per il suo progetto di performance “Era mio padre” e l’attrice Francesca Benedetti. La cerimonia di consegna del Premio, istituito nel 1986 in memoriam del regista napoletano,  si terrà giovedì 30 marzo, alle ore 17 presso il Circolo Nautico di Torre del Greco.

“Il Premio – sottolinea Cordelia Vitiello, figlia del regista e presidente di Scena Sperimentale Gennaro Vitiello,  l’associazione che ne porta il nome –  individua, sin dalla sua istituzione, nel nostro panorama teatrale quelle realtà, singole personalità o collettivi artistici espressione di progetti culturali più articolati, che nella loro opera abbiano dato prova o dimostrino di possedere quei tratti di originalità ed innovazione che furono attribuiti e che hanno caratterizzato l’attività artistica di mio padre”.

Queste le premesse su cui, nel tempo, è stato costruito un percorso che nel nome di Gennaro Vitiello, fondatore dello storico Teatro Esse di Napoli e, in seguito, della cooperativa Libera Scena Ensemble, ha premiato, tra i tanti, Toni Servillo, Vittorio Lucariello, Tonino Taiuti, Cristina Donadio, Peppe Barra, Giancarlo Giannini.

Cinque i premiati nella edizione 2023, scelti da una commissione di cui fanno parte la stessa Cordelia Vitiello con Loredana Raia (Vicepresidente del Consiglio Regionale della Campania), Annamaria Sapienza (Dipartimento Scienze del Patrimonio Culturale/ Università di Salerno), Rino Mele (Direttore Fondazione di Poesia e Storia Ex machina), Renato Grimaldi (Organizzazione Tecnica e Scientifica “FORM.IT Formazione Italiana”) e Giulio Baffi Presidente dell’ ANCT- Associazione Nazionale Critici di Teatro.

Un premio alla carriera è assegnato all’attrice Francesca Benedetti, un secondo riconoscimento è attribuito allo spettacolo “Natale in casa Cupiello” di Eduardo De Filippo nell’originale allestimento “per attore solista cum figuris” interpretato da Luca Saccoia per la regia di Lello Serao.

Premiati anche il Festival Primavera dei Teatri di Castrovillari, giunto alla sua 22 edizione (uno degli appuntamenti di punta tra i festival italiani dedicati alla nuova scena teatrale nazionale) e il percorso costitutivo realizzato dai giovani di Putèca Celidónia, un collettivo artistico nato 2018 dall’incontro tra sei ex allievi della Scuola del Teatro Stabile di Napoli. Infine, il Premio Gennaro Vitiello è stato assegnato a Mauro Maurizio Palumbo come borsa di studio per il suo progetto di performance intitolato “Era mio padre” che, con un accordo di adesione e partecipazione all’iniziativa di Casa del Contemporaneo, andrà in scena alla Sala Assoli di Napoli nella prossima stagione teatrale.  L’edizione 2023 del Premio è organizzata con il sostegno della Regione Campania, di Form.it, e con il patrocinio dell’ANCT/Associazione Nazionale Critici di Teatro, della Fondazione Eduardo De Filippo, e di Titivillus/Mostre Editoria. Info: www.gennarovitiello.it

Assegnati a Napoli i riconoscimenti del Premio Gennaro Vitiello – Il Teatro. L’edizione 2023 premia lo spettacolo “Natale in Casa Cupiello” di Luca Saccoia e Lello Serao, il Festival “Primavera dei Teatri” di Castrovillari ideato e diretto da Saverio La Ruina, Dario De Luca e Settimio Pisano, il progetto Putèca Celidonia di Napoli, l’artista Mauro Maurizio Palumbo per il suo progetto di performance “Era mio padre” e l’attrice Francesca Benedetti. La cerimonia di consegna del Premio, istituito nel 1986 in memoriam del regista napoletano,  si terrà giovedì 30 marzo, alle ore 17 presso il Circolo Nautico di Torre del Greco.

“Il Premio – sottolinea Cordelia Vitiello, figlia del regista e presidente di Scena Sperimentale Gennaro Vitiello,  l’associazione che ne porta il nome –  individua, sin dalla sua istituzione, nel nostro panorama teatrale quelle realtà, singole personalità o collettivi artistici espressione di progetti culturali più articolati, che nella loro opera abbiano dato prova o dimostrino di possedere quei tratti di originalità ed innovazione che furono attribuiti e che hanno caratterizzato l’attività artistica di mio padre”.

Queste le premesse su cui, nel tempo, è stato costruito un percorso che nel nome di Gennaro Vitiello, fondatore dello storico Teatro Esse di Napoli e, in seguito, della cooperativa Libera Scena Ensemble, ha premiato, tra i tanti, Toni Servillo, Vittorio Lucariello, Tonino Taiuti, Cristina Donadio, Peppe Barra, Giancarlo Giannini.

Cinque i premiati nella edizione 2023, scelti da una commissione di cui fanno parte la stessa Cordelia Vitiello con Loredana Raia (Vicepresidente del Consiglio Regionale della Campania), Annamaria Sapienza (Dipartimento Scienze del Patrimonio Culturale/ Università di Salerno), Rino Mele (Direttore Fondazione di Poesia e Storia Ex machina), Renato Grimaldi (Organizzazione Tecnica e Scientifica “FORM.IT Formazione Italiana”) e Giulio Baffi Presidente dell’ ANCT- Associazione Nazionale Critici di Teatro.

Un premio alla carriera è assegnato all’attrice Francesca Benedetti, un secondo riconoscimento è attribuito allo spettacolo “Natale in casa Cupiello” di Eduardo De Filippo nell’originale allestimento “per attore solista cum figuris” interpretato da Luca Saccoia per la regia di Lello Serao.

Premiati anche il Festival Primavera dei Teatri di Castrovillari, giunto alla sua 22 edizione (uno degli appuntamenti di punta tra i festival italiani dedicati alla nuova scena teatrale nazionale) e il percorso costitutivo realizzato dai giovani di Putèca Celidónia, un collettivo artistico nato 2018 dall’incontro tra sei ex allievi della Scuola del Teatro Stabile di Napoli. Infine, il Premio Gennaro Vitiello è stato assegnato a Mauro Maurizio Palumbo come borsa di studio per il suo progetto di performance intitolato “Era mio padre” che, con un accordo di adesione e partecipazione all’iniziativa di Casa del Contemporaneo, andrà in scena alla Sala Assoli di Napoli nella prossima stagione teatrale.  L’edizione 2023 del Premio è organizzata con il sostegno della Regione Campania, di Form.it, e con il patrocinio dell’ANCT/Associazione Nazionale Critici di Teatro, della Fondazione Eduardo De Filippo, e di Titivillus/Mostre Editoria. Info: www.gennarovitiello.it

Potrebbe piacerti leggere anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo acconsenti alla memorizzazione e al trattamento dei tuoi dati da parte di questo sito web.

logo menabò bianco sx

Menabò nasce come supplemento di approfondimento, curiosità, notizie, con uno sguardo al nazionale, alla cronaca regionale ed ai fatti del territorio. Uno strumento snello, innovativo e fresco.

MENABÒ – Testata Giornalistica iscritta al r.d.s. n° 1/ 2017 – All Right Reserved. Progettato e sviluppato da MindResource

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Accetto Per saperne di più