venerdì, Giugno 21, 2024
Home » Popoli provenienti dalle zone più remote della Terra, hanno aperto la 37^ Estate Internazionale del Folklore e del Parco del Pollino

Popoli provenienti dalle zone più remote della Terra, hanno aperto la 37^ Estate Internazionale del Folklore e del Parco del Pollino

by Anna Rita Cardamone
0 commento

Castrovillari. Ancora una volta Castrovillari si conferma la città degli incontri e scambi tra i popoli provenienti dalle zone più remote della Terra. E il “Popolo del Festival” non ha fatto mancare la propria vicinanza all’apertura ufficiale della 37^ Estate Internazionale del Folklore e del Parco del Pollino, che ieri sera ha invaso la città di Castrovillari per assistere, condividere e soprattutto essere partecipe dell’evento folkloristico mondiale più importante della Calabria Citeriore organizzato dall’Associazione Culturale E.I.F. per la direzione artistica di Antonio Notaro edinserito nel brand Castrovillari Città Festival.

I gruppi folklorici provenienti da Argentina – Bulgaria – Colombia – Costarica – Ecuador – Indonesia – Polonia – Sud Africa – Italia e naturalmente Italia, con il gruppo ospitante la kermesse “Città di Castrovillari, hanno animato, con un serpentone colorato impreziosito dai ritmi, musiche, canti e danze, le principali strade cittadine per poi confluire in Piazza MunicipioSul palco le danzatrici del Progetto CEA e alcuni componenti dei gruppi diretti dalla coreografa Tilde, hanno impreziosito la serata dando il benvenuto al popolo del festival. Poi tutti ad intonare l’inno di appartenenza. A portare il saluto l’assessore al Turismo, Ernesto Bello e il giornalista, Lino Polimeni sempre presente alla kermesse. La serata, presentata dal noto giornalista Domenico Gareri, ha regalato un assaggio dello spettacolo di tutti i gruppi partecipanti alla kermesse.

Poi la piazza è diventata una discoteca a cielo aperto con i Dj Mirko Valente, Davide Mirone, Rosario Rummolo, e Ginevra voice, che hanno dato vita al “Fader J Festival Party” per ricordare Mirko Ruberto. Sul palco la sorella, Marialucia, ha consegnato al patron, Notaro, una targa in pietra di Cerchiara, realizzata dal M° Josè Marino.

Più che soddisfatto il direttore artistico Notaro, nel vedere gremita Piazza Municipio, invasa da una moltitudine di gente che anche quest’anno non ha fatto mancare la propria vicinanza al festival.

Oggi nella seconda giornata della kermesse si darà spazio al sociale con il tradizionale appuntamento: “I Bambini incontrano il Festival” a cura di Tilde Nocera coreografa ufficiale del festival in collaborazione con ASD Bushi Castrovillari Kalipè Experience.  

Una sorta di viaggio tra i bambini e i gruppi partecipanti per raccontare di terre bellissime, di usi, di suoni originali, di costumi preziosi e vivaci, di saperi autentici che soltanto le tradizioni sanno mantenere e continuare nel tempo. 

Alle ore 20.00 in Piazza Municipio, cucina e tradizioni dal Mondo con “Mandayee, un mercato di colori”, a cura di CIDIS Impresa Sociale-ETS.

Alle 21.30 Spettacolo Internazionale con l’esibizione dei gruppi provenienti dalla Bulgaria, Ecuador e Italia con il gruppo “A PACCHIANEDDRA SANSUSTISA”, Associazione Culturale “I Cantori del Pettoruto” di San sosti. Il gruppo risale al 1992, tante le esperienze in Italia ed all’estero, partecipando a festival internazionali di grande rilievo e dove il popolo del festival, potrà ammirare rivisitati i cicli della vita contadina come “a vinnigna(VENDEMMIA)-a mietitura(MIETITURA)-u perciavutta(APERTURA DELLE BOTTI PER LA DEGUSTAZIONE DEL VINO NUOVO) ecc., e gli antichi mestieri, le danze calabresi come la tarantella e la quadriglia, manifestazioni popolari come il carnevale, oltre ai canti calabresi popolari e religiosi.

Alle ore 23.30 Il Festival e la Danza Popolare – con le lezioni di tarantella calabrese a cura del Gruppo Folklorico” A Pacchianeddra Sansustisa”

Domenica 20 agosto, alle ore 10,00, presso la Basilica Minore, Santa Maria del Castello“Messa della Pace” dove tutti i gruppi presenti alla kermesse, di diverse religioni, si incontreranno in un unico abbraccio come in un mosaico che si incastona in un sud porta principale del Mediterraneo. Speranze e desideri che transitano come un “nuovo esodo” di uomini e di donne, che, attraverso danze e canti, sognano in un Mondo più giusto, un Mondo di Pace. (foto di Giuseppe Iazzolino)

Questo e tanto altro all’Estate Interazionale del Folklore e del Parco del Pollino 2023.

La manifestazione è organizzata dall’Associazione Culturale E.I.F. sotto l’egida del CIOFF con il contributo del Comune di Castrovillari, del Parco Nazionale del Pollino, sponsorizzata da Gas Pollino e patrocinata da Regione Calabria, Provincia di Cosenza, inserita nel brand “Castrovillari Città Festival” e supportata da sponsor privati.

Potrebbe piacerti leggere anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo acconsenti alla memorizzazione e al trattamento dei tuoi dati da parte di questo sito web.

logo menabò bianco sx

Menabò nasce come supplemento di approfondimento, curiosità, notizie, con uno sguardo al nazionale, alla cronaca regionale ed ai fatti del territorio. Uno strumento snello, innovativo e fresco.

MENABÒ – Testata Giornalistica iscritta al r.d.s. n° 1/ 2017 – All Right Reserved. Progettato e sviluppato da MindResource

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Accetto Per saperne di più