giovedì, Aprile 18, 2024
Home » Il Giovedì Santo  e il Triduo pasquale per  i fedeli

Il Giovedì Santo  e il Triduo pasquale per  i fedeli

by Anna Rita Cardamone
0 commento

Con la messa del Giovedì Santo e  il rito della lavanda dei piedi, sono entrate nel vivo le celebrazioni del Triduo pasquale; è il giorno dell’ultima cena di Gesù con i suoi apostoli quando Cristo istituì l’Eucaristia e il sacerdozio ministeriale e diede l’esempio dello stile di servizio attraverso il gesto della lavanda dei piedi  ma è  anche il giorno del tradimento di Giuda.

Al mattino del Giovedì Santo a luogo la solenne messa del crisma con la consacrazione degli oli e la rinnovazione delle promesse presbiterali.  Gli oli santi sono gli oli  che useranno durante tutto il corso dell’anno liturgico per celebrare i sacramenti. Dopo la messa in cena domini seguita l’adorazione del Santissimo Sacramento sull’altare della Reposizione,  altare allestita  al lato dell’altare maggiore.

Tra gli addobbi tipici dei sepolcri, i fiori bianchi, il vino fatto bollire con l’incenso e i semi di grano germogliati al buio che simboleggiano il passaggio dalle tenebre della morte di Gesù alla Risurrezione.

La notte del Giovedì Santo, i fedeli si muovono per le vie cittadine in visita agli altari delle chiese addobbate solennemente. La pratica di allestire gli altari della Reposizione si è affermata in Europa già a partire dall’età carolingia ed esprime l’idea del lutto e della sepoltura.

Molto particolare la composizione floreale fatta con i germogli dei semi di grano ma anche di altri cereali fatti nascere immersi in una ciotola nel cotone umido e coltivate in casa al buio ottenendo dei colori quasi irreali bianco, verde acqua e portati in chiesa per essere benedetti ed ornare i sepolcri.

 Tutto il resto della chiesa viene oscurato il segno di dolore perché è iniziata la passione di Gesù; le campane tacciono, l’altare più grande disadorna, il tabernacolo vuoto, i crocifissi coperti.

 Oggi Venerdì Santo è il giorno del supremo sacrificio del Signore e della sua morte in croce.

Potrebbe piacerti leggere anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo acconsenti alla memorizzazione e al trattamento dei tuoi dati da parte di questo sito web.

logo menabò bianco sx

Menabò nasce come supplemento di approfondimento, curiosità, notizie, con uno sguardo al nazionale, alla cronaca regionale ed ai fatti del territorio. Uno strumento snello, innovativo e fresco.

MENABÒ – Testata Giornalistica iscritta al r.d.s. n° 1/ 2017 – All Right Reserved. Progettato e sviluppato da MindResource

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Accetto Per saperne di più