sabato, Maggio 25, 2024
Home » Salario minimo. Castrovillari consiglio comunale approva mozione La Falce, paga oraria minima a 9 euro all’ora dei lavoratori delle ditte che prenderanno appalti e/o concessioni dal Comune

Salario minimo. Castrovillari consiglio comunale approva mozione La Falce, paga oraria minima a 9 euro all’ora dei lavoratori delle ditte che prenderanno appalti e/o concessioni dal Comune

by Redazione
0 commento

Il Consiglio Comunale di Castrovillari, ha approvato all’unanimità la mozione proposta dal capogruppo Nino La Falce e condivisa dall’intero gruppo consiliare dei Democratici per Castrovillari, che fissa la paga oraria minima a 9 euro nette all’ora dei lavoratori delle ditte che prenderanno appalti e/o concessioni dal Comune.

«La nostra proposta – ha spiegato La Falce – si è configurata come un’iniziativa partita dal basso. È un segnale che ci auguriamo venga accolto anche da altre Amministrazioni e che segna un passo decisivo nell’ambito della tutela dei lavoratori. Questa, infatti, non è solo un’indicazione per l’attuazione di quanto previsto dalla mozione ma anche un invito all’applicazione dei giusti contratti (CCNL)».

«La proposta – precisa La Falce – prevede di impegnare l’Amministrazione comunale ad indicare, in tutte le procedure di gara, che al personale impegnato sia applicato il contratto maggiormente attinente all’attività svolta, stipulato dalle organizzazioni di categoria maggiormente rappresentative, e a verificare che i contratti indicati nelle procedure prevedano un trattamento economico minimo inderogabile pari a euro 9 all’ora. Ancora, il documento prevede l’impegno a verificare l’applicazione delle clausole contrattuali, attraverso la redazione di un report semestrale relativo agli appalti in essere. Altra misura prevista, infine, è quella di agevolare il dibattito con le organizzazioni sindacali, al fine di raggiungere l’obiettivo del trattamento salariale minimo. Una delibera che mira ad attuare l’art. 36 della Costituzione e attiene alla dignità dell’uomo di chi lavora che, pur rappresentando un atto di indirizzo, ha un valore pragmatico significativo, proprio alla vigilia del primo maggio, festa della Repubblica, come ricordato dal Presidente Mattarella, fondata sul lavoro quale mezzo per realizzare la personalità umana».

Potrebbe piacerti leggere anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo acconsenti alla memorizzazione e al trattamento dei tuoi dati da parte di questo sito web.

logo menabò bianco sx

Menabò nasce come supplemento di approfondimento, curiosità, notizie, con uno sguardo al nazionale, alla cronaca regionale ed ai fatti del territorio. Uno strumento snello, innovativo e fresco.

MENABÒ – Testata Giornalistica iscritta al r.d.s. n° 1/ 2017 – All Right Reserved. Progettato e sviluppato da MindResource

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Accetto Per saperne di più