sabato, Marzo 2, 2024
Home » “Gran Galà” del Folklore con Ucraina-Serbia-Grecia-Uzbekistan-Italia 

“Gran Galà” del Folklore con Ucraina-Serbia-Grecia-Uzbekistan-Italia 

by Anna Rita Cardamone
0 commento

Castrovillari. E’ alle battute finali la 65^ Edizione del Carnevale di Castrovillari e Festival Internazionale del Folklore.  Oggi grande attesa per la seconda ed ultima sfilata del Concorso di Maschere e Carri Allegorici che decreterà anche il primo Gruppo Mascherato e il Primo Carro Allegorico dell’edizione targata 2023.

In concorso 9 gruppi mascherati e 3 carri allegorici.  Ma il serpentone colorato sarà impreziosito da Gruppi Folklorici, e Maschere fuori concorso per un totale di 30 gruppi partecipanti

Intanto la prima sfilata è stata archiviata con oltre 30 mila spettatori provenienti dalle diverse regioni d’Italia con l’affluenza, tra l’altro, di 70 camper.

Tutto questo, grazie alla Pro Loco, Ente organizzatore dell’evento, che ha fatto in modo che il Carnevale di Castrovillari, conquistasse uno spazio sempre più importante non solo tra i carnevali della Calabria, ma di quelli di tutta l’Italia, rientrando tra i 10 più importanti, testimoniato dal Touring Club.

Intanto ieri sera, presso il PalaGasPollino, allestito nell’area mercatale è andato in scena il “Gran Galà del Folklore” che ha visto la presenza dei gruppi provenienti dall’Ucraina, Serbia, Grecia, Uzbekistan e Italia.

Ad aprire la serata condotta dalle giornaliste, Anna Rita Cardamone e Magda Mancuso, presente la Madrina del Carnevale, Caterina Gaetani, il gruppo ospitante la kermesse, “Pro Loco di Castrovillari insieme ai Piccoli”, che hanno incantato il popolo del Carnevale con un quadro scenico sulle tradizioni popolari castrovillaresi, legate alla devozione e festa della Madonna della Pietà.

Dall’Italia all’Ucraina con il “Folk Dance Ensemble NeogalaKtika” che ha fatto conoscere una delle danze più caratteristiche dei territori della Bucovina e della Guculia; la “Gopak”.

Spazio poi alla Serbia con il Gruppo “Kud Tamnava Dance” con la storia di una ragazza posseduta dal demonio e solo grazie alla danza riesce a ritornare nel mondo dei vivi.

Poi le nostre tradizioni attraverso l’esibizione del Gruppo Folklorico “I Castruviddari”  impegnato nell’approfondire il lavoro di ricerca del patrimonio popolare dandogli nuova luce.

E poi la danza per antonomasia della Grecia, il syrtaki con il “Thessaloniki Folk Dance Ensamble” che riflette emozioni e aspetti particolari della vita.

Ed infine l’Uzbekistan, con lo “State Dance Ensemle “Bakhor” con la danza “Khorem Lazgi” diventata patrimonio immateriale dell’Umanità dell’UNESCO.

Una bellissima serata tradizioni, culture e saperi di popoli diversi.

E l’unione tra i popoli e la pace, è stata sottolineata dalla consegna, al direttore artistico della Pro Loco di Castrovillari, Gerardo Bonifati, dell’onorificenza da parte della Fondazione Internazionale Papa Clemente XI – Albani -Tirana – Albania, di Membro d’Onore della fondazione. Targa consegnata dal dottore, Dario Giannicola, delegato regionale Calabria.

Oltre al saluto del Presidente della Pro Loco, Eugenio Iannelli, hanno voluto omaggiare i gruppi presenti, l’assessore al Turismo e Spettacolo di Castrovillari, Ernesto Bello; il segretario generale della FITP (Federazione Italiana Tradizioni Popolari), Franco Megna; il vicepresidente della Provincia di Cosenza, Giancarlo Lamensa e il sindaco di Laino Borgo, Mariangelina Russo.

A tutti i gruppi partecipanti sono stati offerti dei doni dell’azienda “Franzese” di Castrovillari e dell’Azienda “Amarelli” di Corigliano-Rossano. (foto di Alessia Motta)

Per chi volesse sostenere l’evento, lo può fare attraverso la “Lotteria del Carnevale”

Il Carnevale di Castrovillari, è organizzato dalla Pro Loco in collaborazione con la locale Amministrazione Comunale,  la Regione Calabria, il Parco Nazionale del Pollino, la BCC Medio Crati, la Gas Pollino , la Provincia di Cosenza, il MIBACT, la F.I.T.P., lo IOV, l’EPLI,  il Comitato difesa consumatori, sostenuta da numerosi sponsor privati,  impreziosita da i brand A.C.T.  ( Ambiente, Cultura,Turismo) e Castrovillari Città Festival.

Potrebbe piacerti leggere anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo acconsenti alla memorizzazione e al trattamento dei tuoi dati da parte di questo sito web.

logo menabò bianco sx

Menabò nasce come supplemento di approfondimento, curiosità, notizie, con uno sguardo al nazionale, alla cronaca regionale ed ai fatti del territorio. Uno strumento snello, innovativo e fresco.

MENABÒ – Testata Giornalistica iscritta al r.d.s. n° 1/ 2017 – All Right Reserved. Progettato e sviluppato da MindResource

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Accetto Per saperne di più