giovedì, Aprile 18, 2024
Home » Rotonda. Il giorno più atteso. Quello più ricco di emozioni è giunto…la “pitu” e la “rocca” si incontreranno

Rotonda. Il giorno più atteso. Quello più ricco di emozioni è giunto…la “pitu” e la “rocca” si incontreranno

by Anna Rita Cardamone
0 commento


Oggi riparte il corteo arboreo da contrada “Puzzicelli” fino a raggiungere località” San Lorenzo ” dove viene celebrata la Santa messa alle ore 11.00. Il corteo​ capeggiato dalle “porfiche” riparte per entrare finalmente in​ paese in località Santa Maria.
Intorno alle ore 15​ le autorità civili, militari e religiose, insieme alla comunità, accolgono dinnanzi al Santuario di Maria Santissima della Consolazione, il corteo arboreo. Segue un momento di​ preghiera e il sindaco, Rocco Bruno,​ procede con l’incoronazione dei caporali .
Una sosta, lungo il percorso viene fatta​ al cimitero, per onorare la memoria di chi non vi è più …
Da questo momento il peso delle fatiche dei giorni passati svanisce cedendo il passo ad un clima che sa ancor di più di festa e gioia vera.
Il corteo sfila per le strade del paese per giungere nella centralissima e gremita piazza Vittorio Emanuele II.
È uno dei momenti più emozionanti, sentiti e simbolici della festa arborea.
Dopo i saluti delle autorità civili e religiose , la “pitu​” tra due ali di folla, viene sollevata in spalla dai partecipanti al rito. Dopo l’esplosione di applausi e gioia per una festa, in onore del Santo Patrono, Sant’Antonio, che si appresta a giungere al termine , la “pitu” viene portata dinnanzi alla casa comunale per essere innestata con la “rocca” ed​ eretta il giorno successivo.
Il gruppo della rocca dopo aver raggiunto la casa comunale prosegue invece, verso la chiesa dell’Annunciazione gremita di fedeli che attende l’ingresso ​ all’interno della chiesa.
Il gruppo sollevando la rocca a spalla la conduce​ ​ dinnanzi la nicchia del Santo. Il rito è quasi finito, tutti i fedeli e i partecipanti alla festa si dirigono presso la Chiesa madre ai piedi della statua del Santo, per ringraziarlo della buona riuscita di una festa che si fa promessa e voto in ogni gesto.
Ognuno chiede grazie e suppliche al Santo potente che ogni rotondese invoca nei pericoli scampati e nella gioia. Ancora un ultimo sforzo e tutto sarà compiuto.

Potrebbe piacerti leggere anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo acconsenti alla memorizzazione e al trattamento dei tuoi dati da parte di questo sito web.

logo menabò bianco sx

Menabò nasce come supplemento di approfondimento, curiosità, notizie, con uno sguardo al nazionale, alla cronaca regionale ed ai fatti del territorio. Uno strumento snello, innovativo e fresco.

MENABÒ – Testata Giornalistica iscritta al r.d.s. n° 1/ 2017 – All Right Reserved. Progettato e sviluppato da MindResource

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Accetto Per saperne di più